Pisciotta

Paesi

Cilento, una miriade di paesini, una varietà di culture e tradizioni alle volte molto differenti tra loro, una ricchezza derivante dalla storia di ogni singola area di questa parte della Campania dove si sono avvicendati, nel corso dei secoli, i Greci, i Sanniti, i Lucani, gli Etruschi, i Romani…

Molte di queste comunità si sono sviluppate grazie all’influsso e alla presenza dei monaci italo-greci che comparvero nel sud Italia intorno al VI sec. in seguito alle persecuzioni dell’imperatore bizantino Leone III Isaurico che emanò un editto che sanciva la distruzione delle immagini sacre in tutte le province dell’impero bizantino. Attorno alle lauree create da questi monaci proliferarono quelle comunità che, piano piano, sviluppando attività agricole sempre più evolute, diedero origine a quello che costituisce, oggi, il tessuto sociale e culturale del Cilento, soprattutto nelle aree interne.

Da non dimenticare anche il grande patrimonio storico e culturale dovuto alla presenza di due città storiche della Magna Grecia come Elea e Paestum. Elea fu fondata dai Focei, esperti navigatori e commercianti provenienti dall’Asia che intorno al 600 a.C. avevano dato inizio, come tutto il mondo greco, ad una forte proiezione nel mediterraneo con l’edificazione di proprie colonie. 

Velia, quindi, ha avuto il merito non solo di essere stata una protagonista dello scenario politico del tempo, ma di passare alla storia soprattutto per i suoi meriti culturali. Difatti già negli anni di fondazione, Velia fu residenza di Senofane di Colofone,che secondo la testimonianza di Diogene Laerzio nell’opera vite dei filosofi illustri egli sarebbe autore di poema sulle origini di Velia. Elemento di spicco però è sicuramente la presenza della scuola eleatica che trova in Parmenide, Zenone e Melisso di Samo esponenti di prim’ordine della cultura greca del tempo e soggetti capaci di incidere profondamente nel percorso di formazione del pensiero filosofico dell’Occidente.

Oggi come oggi il Cilento si presenta come un territorio fortemente rappresentativo di quella cultura contadina che sta generando un notevole interesse nei circuiti enogastronomici nazionali ed internazionali. Non dimentichiamo che qui ha vissuto per circa 40 anni Ancel Keys, fisiologo americano che ha strutturato il concetto di Dieta Mediterranea accostandolo agli stili di vita tipici del Cilento rurale. La conferma della scientificità di questo lavoro è confermato da un modello di nutrizione che si sta affermando anche in paesi che, storicamente, erano lontani dal concetto di “alimentazione mediterranea” e la riprova é la crescente richiesta di prodotti autoctoni a cui vengono attribuiti valori e caratteristiche specifiche, non ultima la salubrità, dovuta alla quasi totale assenza di fitofarmaci e di additivi chimici nelle tecniche colturali. 

Il Cilento è quindi una destinazione moderna nella sua arcaicità, una destinazione dove poter declinare tutti i dettami legati alla valorizzazione della tradizione autentica e non edulcorata dei tour operator classici. Siamo pronti a farvi vivere esperienze coinvolgenti e sorprendenti. Siamo pronti ad accogliervi con il nostro spiccato senso di ospitalità e la semplicità che contraddistingue la nostra gente. Saremo felici di avervi come nostri ospiti e residenti temporanei e faremo di tutto per mantenere questo rapporto a lungo nel tempo, anche quando non siete fisicamente presenti nel nostro territorio. Siamo certi che avremo la possibilità di scambiarci esperienze ed impressioni arricchendoci vicendevolmente. Vi aspettiamo!!! 

Borghi del Cilento